202124.03
IMPUGNABILITÀ DELLA CARTELLA NOTIFICATA AL SOCIO DI SNC PER VIOLAZIONE DEL BENEFICIUM EXCUSSIONIS
0

IMPUGNABILITÀ DELLA CARTELLA NOTIFICATA AL SOCIO DI SNC PER VIOLAZIONE DEL BENEFICIUM EXCUSSIONIS

Di Angelo Ginex, Avvocato e Dottore di ricerca in Diritto Tributario, Studio Legale Tributario Ginex & Partners

Articolo pubblicato su “Accertamento e Contenzioso n. 71/2021

Nel diritto societario, il beneficium excussionis è un istituto teso a riconoscere al debitore la facoltà di essere escusso, laddove sia obbligato in solido con altri, soltanto successivamente a questi. Esso si atteggia in maniera diversa a seconda della tipologia societaria interessata.
Con specifico riferimento alle Snc, ciascun socio ha una responsabilità personale e illimitata sussidiaria rispetto a quella della società, nel senso che il creditore di quest’ultima deve preventivamente escutere il patrimonio sociale e, solo nel caso in cui esso risulti insufficiente, può agire sui beni personali del socio.
Infatti, l’articolo 2304, cod. civ. stabilisce che:
“i creditori sociali, anche se la società è in liquidazione, non possono pretendere il pagamento dai singoli soci, se non dopo l’escussione del patrimonio sociale”.
Ne deriva che il creditore può escutere il patrimonio personale del socio, senza agire esecutivamente nei confronti della società, solo nel caso in cui risulti dimostrata in modo certo l’insufficienza del patrimonio sociale per la realizzazione del credito.
Pertanto, nel caso in cui il creditore possa recuperare, anche solo parzialmente, il proprio credito dal patrimonio della Snc, non potrà agire contemporaneamente anche nei confronti del socio personalmente.
La responsabilità illimitata e solidale del socio per le obbligazioni contratte dalla Snc (articolo 2291, cod. civ.) trova applicazione anche in campo fiscale (cfr. Cassazione n. 9955/1998 e n. 7000/2003).
Può quindi accadere che l’Amministrazione finanziaria notifichi l’accertamento alla Snc e, successivamente, la cartella di pagamento al singolo socio, senza previa notifica a quest’ultimo dell’avviso di accertamento.
Si pone così la vexata quaestio dell’impugnabilità della cartella di pagamento, notificata al socio illimitatamente responsabile in relazione a debiti della Snc, a causa della mancata preventiva escussione del patrimonio sociale, cui hanno recentemente posto rimedio le Sezioni Unite con sentenza n. 28709/2020.

Se vuoi ricevere maggiori informazioni, contattaci!