201927.07
APPLICAZIONE RETROATTIVA PER LO STUDIO DI SETTORE PIÙ EVOLUTO
0

APPLICAZIONE RETROATTIVA PER LO STUDIO DI SETTORE PIÙ EVOLUTO

in News

In tema di accertamento standardizzato, il progressivo affinamento degli studi di settore giustifica la prevalenza e la conseguente applicazione retroattiva dello strumento più recente rispetto a quello precedente, in quanto più affinato e più affidabile, con la conseguenza che il risultato di congruità emergente dall’applicazione del nuovo studio non può …

201924.07
IL MUTUO NON ESCLUDE, MA DILUISCE LA CAPACITÀ CONTRIBUTIVA
0

IL MUTUO NON ESCLUDE, MA DILUISCE LA CAPACITÀ CONTRIBUTIVA

in News

In tema di accertamento sintetico, il mutuo stipulato per l’acquisto di un immobile non esclude, ma diluisce nel tempo la capacità contributiva, sicché dalla spesa accertata deve essere detratto il capitale mutuato, dovendo invece sommarsi, per ogni annualità, i ratei di mutuo maturato e versati.

201920.07
SOLTANTO LA PROVA DELLA FRODE NEGA LA DETRAZIONE IVA
0

SOLTANTO LA PROVA DELLA FRODE NEGA LA DETRAZIONE IVA

in News

Al fine di negare il diritto alla detrazione dell’Iva, l’acquisto di beni al termine di una vendita a catena e il ricevimento della merce da un soggetto diverso da colui che compare come fornitore sulla fattura non è sufficiente per classificare come abusiva l’operazione, dovendo l’Amministrazione finanziaria dimostrare l’esistenza dell’indebito vantaggio fiscale di cui abbia goduto il soggetto passivo, ovvero gli altri componenti della catena di vendita.

201919.07
IRPEF RIMBORSABILE ANCHE DOPO IL TERMINE PER L’INTEGRATIVA
0

IRPEF RIMBORSABILE ANCHE DOPO IL TERMINE PER L’INTEGRATIVA

in News

In caso di maggiori imposte non dovute il contribuente può presentare istanza di rimborso dei versamenti diretti entro il termine di decadenza di due anni dalla data del versamento, indipendentemente dai termini e dalle modalità della dichiarazione integrativa di cui all’articolo 2, comma 8-bis, D.P.R. 322/1998.

201913.07
DECRETO CRESCITA: UN CONTRADDITTORIO PREVENTIVO “LIMITATO” E NON GENERALIZZATO
0

DECRETO CRESCITA: UN CONTRADDITTORIO PREVENTIVO “LIMITATO” E NON GENERALIZZATO

in News

Il D.L. 34/2019 (c.d. Decreto crescita), con l’intento di dare risposta alla tanto invocata introduzione di un generalizzato obbligo di contraddittorio, e così colmare le evidenti lacune difensive già registrate in sede giurisprudenziale e deflazionare il contenzioso tributario, ha introdotto un obbligo di invito al contraddittorio per gli avvisi di accertamento emessi …

201908.07
È ELUSIVA LA RINUNCIA AD UN INGENTE CREDITO SEGUITA DALLA CESSIONE DELLE QUOTE SOCIALI
0

È ELUSIVA LA RINUNCIA AD UN INGENTE CREDITO SEGUITA DALLA CESSIONE DELLE QUOTE SOCIALI

in News

In tema di abuso del diritto, la rinuncia dei soci ad un ingente credito nei confronti della società senza alcun vantaggio effettivo, seguita dalla cessione delle quote nell’esercizio successivo ad un prezzo non congruo rispetto al loro valore senza alcun ritorno economico, rappresenta un’operazione antieconomica, priva di razionalità, a vantaggio esclusivo della società, che …

201905.07
NOTIFICA AGLI EREDI NULLA SE NON EFFETTUATA PRESSO L’ULTIMO DOMICILIO DEL DE CUIUS
0

NOTIFICA AGLI EREDI NULLA SE NON EFFETTUATA PRESSO L’ULTIMO DOMICILIO DEL DE CUIUS

in News

In tema di notifica degli atti tributari agli eredi, il procedimento notificatorio da adottarsi in assenza della prescritta comunicazione delle generalità e del domicilio fiscale non costituisce un mero dato formale, ma è causa di nullità assoluta e insanabile laddove non rispettato, in quanto incide su un rapporto tributario relativo a un soggetto non più esistente.

201903.07
NESSUN LITISCONSORZIO NECESSARIO IN CASO DI OMESSA NOTIFICA DELL’ATTO PRESUPPOSTO
0

NESSUN LITISCONSORZIO NECESSARIO IN CASO DI OMESSA NOTIFICA DELL’ATTO PRESUPPOSTO

in News

In tema di processo tributario, non è configurabile alcun litisconsorzio necessario tra Ente impositore e Agente della riscossione nella ipotesi in cui il contribuente impugni una cartella di pagamento deducendo il vizio di notifica o l’invalidità dell’atto presupposto e chiami in causa solo uno di tali soggetti, con la conseguenza che il giudice non può disporre d’ufficio …

201929.06
IL DISPOSITIVO VA INTEGRATO DALLA MOTIVAZIONE NELL’INTERPRETAZIONE DEL GIUDICATO
0

IL DISPOSITIVO VA INTEGRATO DALLA MOTIVAZIONE NELL’INTERPRETAZIONE DEL GIUDICATO

in News

In tema di processo tributario, l’interpretazione del giudicato, sia esso interno ed esterno, deve essere effettuata tenendo conto non soltanto del dispositivo della sentenza, ma anche della sua motivazione, coniugando le formali enunciazioni insite al dispositivo con il percorso logico-semantico effettuato dal giudice nel quale la motivazione si snoda