201925.06
IL RATEIZZO IN PENDENZA DI GIUDIZIO NON COSTITUISCE RINUNCIA AL RICORSO
0

IL RATEIZZO IN PENDENZA DI GIUDIZIO NON COSTITUISCE RINUNCIA AL RICORSO

in News

In tema di contenzioso tributario, non implica, logicamente, di per sé alcuna rinuncia al ricorso, né la contestuale estinzione per cessazione della materia del contendere, la richiesta e l’ammissione al pagamento rateale del debito d’imposta posto a base della cartella impugnata, non determinando tale atto il venir meno dell’interesse ad agire.

201922.06
SALVO L’ACCERTAMENTO ANTE TEMPUS IN CASO DI DOCUMENTI CONSEGNATI SUCCESSIVAMENTE
0

SALVO L’ACCERTAMENTO ANTE TEMPUS IN CASO DI DOCUMENTI CONSEGNATI SUCCESSIVAMENTE

in News

In tema di accertamento tributario, non sussiste l’obbligo di attendere il decorso del termine di 60 giorni di cui all’articolo 12, comma 7, L. 212/2000, qualora il contribuente consegni i documenti richiestigli in sede di accesso soltanto in epoca successiva presso gli uffici dell’Amministrazione, poiché la fase del contraddittorio non si estende …

201913.06
LA PROVA DI RESISTENZA SALVA IL RICORSO DALL’INAMMISSIBILITÀ
0

LA PROVA DI RESISTENZA SALVA IL RICORSO DALL’INAMMISSIBILITÀ

in News

In tema di processo tributario, il ricorso, che sia stato notificato direttamente a mezzo posta, è ammissibile anche se il ricorrente, al momento della costituzione in giudizio, depositi l’avviso di ricevimento del plico e non la ricevuta di spedizione, purché la data di spedizione sia asseverata dall’ufficio postale con  stampigliatura meccanografica o con proprio …

201910.06
NULLA L’IPOTECA “A SORPRESA” IN DANNO DEL CONTRIBUENTE
0

NULLA L’IPOTECA “A SORPRESA” IN DANNO DEL CONTRIBUENTE

in News

In tema di riscossione coattiva delle imposte, costituisce principio generale dell’ordinamento quello per cui l’Agente della riscossione, prima di iscrivere ipoteca, deve comunicare al contribuente che procederà alla suddetta iscrizione, concedendogli un termine di 30 giorni per presentare osservazioni od effettuare il pagamento, con la conseguenza che …

201905.06
PRESENTABILI ANCHE IN APPELLO LE MERE DIFESE PER DINIEGHI DI RIMBORSO
0

PRESENTABILI ANCHE IN APPELLO LE MERE DIFESE PER DINIEGHI DI RIMBORSO

in News

In materia di liti di rimborso, le argomentazioni mediante le quali l’Amministrazione finanziaria nega la sussistenza dei fatti costitutivi del diritto vantato dal contribuente, il quale è per l’occasione attore in senso sostanziale, hanno natura di mere difese, e come tali non sono soggette a preclusione processuale, potendo essere proposte …

201930.05
LEGITTIMO L’ACCERTAMENTO PER IMPORTI SUPERIORI A QUELLI INDICATI NEL PVC
0

LEGITTIMO L’ACCERTAMENTO PER IMPORTI SUPERIORI A QUELLI INDICATI NEL PVC

in News

Non sussiste alcuna lesione del diritto di difesa per il sol fatto che la ripresa a tassazione contenuta nell’avviso di accertamento sia per importi superiori a quelli emergenti dal prodromico processo verbale di constatazione, atteso che non da quest’ultimo dipende necessariamente l’atto impositivo, solo in esso esternandosi ciò che viene constatato ed accertato dall’amministrazione finanziaria.

201925.05
AMMISSIBILE IL RICORSO MULTIPLO SU QUESTIONI IDENTICHE
0

AMMISSIBILE IL RICORSO MULTIPLO SU QUESTIONI IDENTICHE

in News

È ammissibile nel rito tributario il ricorso cumulativo-collettivo, ove abbia ad oggetto identiche questioni dalla cui soluzione dipenda la decisione della causa, non essendo prevista dal D.Lgs. 546/1992 alcuna disposizione in ordine al cumulo dei ricorsi ed essendo applicabile l’articolo 103 c.p.c., in tema di litisconsorzio facoltativo, in forza del rinvio generale alle norme del codice di procedura civile …

201918.05
È ANCORA REATO EVADERE L’IVA ALL’IMPORTAZIONE
0

È ANCORA REATO EVADERE L’IVA ALL’IMPORTAZIONE

in News

In materia di reati tributari, l’evasione dell’Iva all’importazione, la quale resta penalmente rilevante per importi evasi superiori a euro 49.993,03, costituisce un reato permanente, la cui consumazione si esaurisce solo quando cessa l’attività diretta a consentire l’illecita circolazione della merce nel territorio dello Stato senza l’assolvimento del tributo ed è punita con la pena congiunta della multa e della reclusione.